Hai deciso di iniziare a portare il tuo bambino nel migliore dei modi, dopo aver letto la nostra guida su come scegliere un supporto ergonomico. Magari sceglierai una bella fascia lunga, comoda e versatile, utilizzabile fin da subito col tuo piccolo neonato e sfruttabile a lungo anche quando crescerà.

Ma come fare per imparare ad usarla correttamente?

8137758030 b6c137bc92 o 1Le opzioni sono molte. Puoi chiedere consiglio a quella tua amica che usa già la fascia, sicuramente ti insegnerà lei le legature che fa da mesi con suo figlio.  Oppure cerchi qualche video tutorial su youtube, non devi nemmeno uscire di casa. E poi assieme alla fascia arriverà anche il libretto d’istruzioni no? E se hai ancora dubbi o difficoltà ci sono sempre i gruppi di supporto di Facebook!

Internet è pieno di informazioni e consigli per le mamme che si avvicinano al mondo del portare. Allora perché potresti aver bisogno del supporto di una consulente del portare? Purtroppo l’enorme quantità di dati reperibili on-line può essere un pericolo per le neofite del portare: molte informazioni sono sbagliate o approssimative. È difficile trovare il consiglio giusto al momento giusto e spesso gli argomenti trattati vengono semplificati troppo per poter essere resi veloci e fruibili per il web, tralasciando così dettagli importanti.

E lo stesso limite lo incontriamo anche se ci affidiamo ad amici, cugini, conoscenti: la loro esperienza sarà comunque circoscritta e soggettiva.

È vero che per alcune mamme l’approccio alla fascia e al portare può sembrare molto semplice: acquistano la fascia giusta al primo tentativo e imparano facilmente le legature dal libretto d’istruzioni o dai video tutorial.

Chi però ci è già passato conosce la differenza tra una legatura fatta seguendo un manuale o un video e una legatura fatta dopo un corso o una consulenza: chiunque vi racconterà quanto più comodo e semplice risulta l’utilizzo della fascia dopo il supporto di una consulente certificata.

Ma cosa rende speciale una consulente del portare?

Ti illustrerò 3 motivi per cui una consulente può cambiarti la vita (di portatrice) 😉

1. PROFESSIONALITÁ: la differenza sta nei dettagli!

La formazione che la consulente del portare ha fatto le permette di trasmettere con efficacia le informazioni importanti.

Saper fare non significa saper insegnare: utilizzare approcci diversi a seconda della persona a cui si sta insegnando, rispettare tempi e necessità di genitori e bambini, sono solo alcune delle caratteristiche di un buon insegnante. All’occhio attento della consulente del portare non scapperà quell’orlo poco tirato o quella stoffa attorcigliata sulla schiena. Scoprirai che una piccola modifica o un aggiustamento fatto sulla stessa legatura, la possono rendere molto più funzionale e confortevole.

Un video di youtube non ti aiuterà a distendere la fascia sulla spalla o a sistemare le gambine del tuo piccolo 😛

2. ESPERIENZA: ad ogni mamma il giusto consiglio!

Una consulente vede e aiuta un gran numero di mamme, papà e bambini ognuno con problematiche ed esperienze diverse. La soluzione migliore per una mamma potrebbe non essere la migliore anche per un altra. La consulente osserva e ascolta, analizza e propone la giusta soluzione ad ogni famiglia.

3. ascolto, empatia e tanta PASSIONE

Il portare può sembrare un’attività semplice e in fin dei conti… lo è! È accompagnata però da moltissimi altri aspetti importanti: l’effetto fortificante sul legame tra mamma o papà e bambino, l’influenza positiva che può avere sull’allattamento, la sensazione di serenità e libertà che può regalare alle mamme, la sicurezza e indipendenza che stimola nel bambino. Durante le consulenze individuali e spesso anche nei corsi di gruppo questi argomenti vengono affrontati, offrendo un aiuto completo alle famiglie che va ben oltre l’insegnamento delle tecniche di legatura.

consulente del portare
Foto tratta da flickr

 

La consulente accompagna la famiglia nel mondo del portare e del contatto cuore a cuore con il bambino seguendo le necessità specifiche e uniche di ogni persona coinvolta. Dalle diverse caratteristiche fisiche (alla mamma minuta la legatura che sostiene bene il peso del bambino e al papà spilungone la legatura salva tessuto) a quelle psicologiche ( la legatura “facile” per il papà più impacciato o la legatura più “aperta” che permette al bimbo più curioso di osservare il mondo mantenendo un supporto adeguato alla sua età). Questi sono solo esempi delle diverse modalità con cui una consulente può migliorare il vostro modo di portare.

 

CONSULENZA PRIVATA O CORSO?

Ogni consulente del portare ha i propri metodi e sarà lei stessa a proporti la soluzione che ritiene più adatta a voi.

Generalmente ci si affida alla consulenza privata quando ci sono problematiche particolari o quando è difficile muoversi di casa. Nell’ambiente domestico alcune mamme si trovano più a loro agio nei primi mesi di vita del bambino e ogni attenzione della consulente è focalizzata sulla singolo binomio mamma-bambino.

Il corso di gruppo d’altro canto è una bellissima occasione per incontrare altre famiglie con orientamenti genitoriali simili, scambiare esperienze e consigli, condividere un percorso e divertirsi assieme.

Spesso le consulenti organizzano incontri gratuiti di introduzione al portare o incontri in fascioteca: queste sono occasione perfette per incontrare dal vivo la consulente, chiedere consigli ad esempio sull’acquisto della fascia prima di iniziare un corso o per scoprire come una sola chiacchierata con una professionista possa fare la differenza.

Alcune consulenti offrono consulenze on-line quando non è possibile raggiungere la mamma a casa o c’è un urgenza particolare. Le consulenze on-line non sostituiscono una consulenza di persona per ovvi motivi (come ad esempio l’impossibilità di aiutare la mamma a spostare un lembo di stoffa) ma possono essere un valido strumento provvisorio o di “emergenza”.

In un’epoca in cui la tecnologia tende a sostituirsi al contatto umano è bello riscoprire il valore di una relazione “reale” anziché virtuale. Provare per credere! 🙂

Azzurra Miotto
Autore

Sono insegnante di canto e dopo la nascita di Amalia mi sono avvicinata al mondo del portare. Sono istruttrice certificata Trageschule/UK e ho fondato La fascioteca della Chiocciola e Wrap a Hug.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.