Il mondo del portare è in continua evoluzione. Ogni anno ci sono nuovi studi, nuove tecniche e nuovi prodotti. Come consulente del portare mi aggiorno continuamente: una delle modalità che preferisco è il confronto con le mie colleghe all’estero. Ho trovato particolarmente interessante un articolo scritto da una mia collega inglese (Madeleine Boot) sul tema del portare fronte mondo. Ci tengo a precisare alcune cose prima di farti leggere questo articolo che ho tradotto e adattato: come consulente io sconsiglio il portare fronte mondo e quindi i supporti che lo consentono. Questo perché portare fronte mondo non è ergonomico e perché nel progettare i supporti che lo permettono le aziende scendono a compromessi che rendono i prodotti qualitativamente meno validi.

Nell’articolo troverai molti spunti che ti permetteranno una scelta consapevole sul portare o meno fronte mondo. Buona lettura!

Una delle domande che mi fanno più di frequente riguarda il portare i bambini fronte mondo (rivolti cioè in avanti). Sono molte le domande su questo argomento. Il motivo è semplice: ci sono un gran numero di opinioni contrastanti a riguardo e informazioni che creano ancor più conflitto. Un numero inquietante di queste informazioni arriva da articoli scritti originariamente da produttori di supporti che permettono o meno il fronte mondo e la motivazione è prettamente commerciale. Una minima parte di questi articoli ha qualche evidenza a sostegno delle proprie tesi. Questo ci fa capire perché i genitori rimangono confusi rispetto alla scelta migliore per loro e il loro bambino.

Ecco alcune domande che mi vengono poste e le considerazioni che dovresti fare quando vuoi prendere la decisione migliore per te e il tuo bambino.

Portare fronte mondo è pericoloso? No, se…

No. Non c’è nessuna evidenza scientifica che suggerisca che portare fronte mondo possa essere pericoloso, se ti assicuri che lo stadio di sviluppo del tuo bambino sia adeguato e che sia sveglio. Questi supporti sono stati tutti testati, non avrebbero passato la certificazione se ci fosse evidenza che il portare fronte mondo possa in qualche modo fare del male al bambino. Il fatto che non sia pericoloso, non significa però che sia ergonomico (leggi qui cosa significa ergonomico).

La domanda più importante è: portare fronte mondo è comodo? Pur non essendo pericoloso, quando porti fonte mondo è difficile trovare una posizione comoda quanto il portare pancia a pancia, sia per il bambino che per te. Per quanto riguarda il bimbo per il semplice fatto che la posizione fronte mondo nella maggior parte dei supporti offre meno sostegno: meno sostegno alle gambe, meno sostegno al collo e alla parte superiore del corpo, poiché la schiena è appoggiata verso il tuo petto e tende a stare troppo dritta rispetto a come starebbe quando il bimbo è in braccio o portato verso di te.

portare fronte mondo
Nella parte inferiore di questa foto puoi vedere il sostegno corretto che dovrebbero avere schiena e gambe del bambino portato.

Queste cose non sono pericolose, nemmeno troppo scomode nel breve periodo ma possono risultarlo se il bambino viene portato per periodi più lunghi. Immagina di stare appeso a un’imbragatura per arrampicare: perfetta per un periodo breve ma non vorresti starci dentro tutto il giorno!

Per quanto riguarda il portatore, la posizione fronte mondo è meno comoda perché posiziona il centro di gravità del bambino più lontano. Noi portiamo i pesi più comodamente quando posizioniamo il carico alto e molto vicino al nostro baricentro; così succede quando portiamo i bambini verso di noi. Al contrario, quando porti fronte mondo il peso del bambino è piuttosto spostato in avanti e lo percepisci più pesante, aumentando la tensione del tuo corpo. Anche questo può non essere un problema nel breve periodo: sempre meglio ascoltare quello che il tuo corpo ti dice e osservare i segnali che il tuo bambino ti da per capire quando la posizione fronte mondo non garantisce più i livelli adatti di comodità per entrambi.

Portare fronte mondo aiuta lo sviluppo del mio bambino? No.

Non c’è assolutamente nessuna evidenza scientifica a sostegno di questa tesi. Capisco benissimo perché alcune persone possoano pensare che sia così: il fronte mondo consente al bambino di guardare fuori e di avere apparentemente una vista migliore. Non c’è comunque nessuna certezza che questo sia d’aiuto al bambino. A dire il vero ci sono alcune ricerche che suggeriscono che le espressioni facciali del genitore siano la chiave per il suo apprendimento in età infantile. Viene chiamato social referencing: in situazioni ed esperienze nuove i bambini guardano i loro genitori o la persona di riferimento e osservano anzitutto la loro reazione.

Quando ad esempio qualcuno prende in braccio mia figlia lei cerca immediatamente il mio viso: se io sto sorridendo lei sorride a sua volta felice; se invece non riesce a vedermi o io non sto sorridendo inizia immediatamente a piangere. Utilizza la mia espressione come punto di riferimento che la rassicura in una situazione nuova. In maniera similare, da quando ha iniziato a mangiare cibi solidi, se mi vede mangiare qualcosa lo vuole provare a sua volta… se non lo sto mangiando, allora non le interessa più! Osservare i genitori e cogliere gli indizi nelle loro espressioni facciali è una spinta evolutiva fondamentale per la sopravvivenza, consente ai bambini di giudicare una situazione come sicura oppure pericolosa. Se ad esempio mia figlia raggiunge un oggetto e io le sembro allarmata, lei sa che è pericoloso. Aiuta anche i bambini a decidere che cosa è importante/interessante. Mettiamo il caso che lei stia guardando un nuovo giocattolo e nello stesso momento guarda anche me: sto guardando il giocattolo? Trovo il giocattolo interessante? Per favorire il corretto apprendimento è quindi importante che quando portiamo in braccio o in fascia i nostri bambini loro possano vedere le nostre facce. Quando sono rivolti fronte mondo non lo possono fare. Non è necessario che i bimbi vedano le nostre espressioni in ogni singolo momento, ma il concetto che portare fronte mondo sia migliore per l’apprendimento è sicuramente falso.

Vale la pena notare anche che in un buon supporto comodo per portare pancia a pancia i bambini sono comunque liberi di girare la loro testa facilmente, dovrebbero quindi essere in grado di avere una buona visuale del mondo. E consideriamo anche di quale tipo di visuale hanno bisogno: cosa riescono a vedere? È interessante notare che anche se la loro vista si sviluppa molto rapidamente, i bambini non riescono a raggiungere la capacità visiva degli adulti fino a che non hanno un’età tra i 3 e i 5 anni! In realtà i neonati non hanno la capacità di vedere in 3D fino a quando non riescono a percepire la profondità e ciò avviene attorno ai 5 mesi.

Quando posso iniziare a portare il mio bambino fronte mondo? Quando il suo sviluppo lo consente.

Quando:

  1. A) ha un eccellente controllo della testa e la muscolatura della parte superiore del corpo ben sviluppata
  2. B) è grande abbastanza da ‘riempire’ in maniera ottimale il supporto che si ha a disposizione.

Preferisco analizzare la questione in termini di indicatori dello sviluppo piuttosto che di range di età perché ogni bambino può raggiungere diversi stadi dello sviluppo prima o dopo rispetto ad altri ed è più importante che lo sviluppo sia idoneo piuttosto che sia raggiunta una determinata età anagrafica. La ragione per cui i bambini hanno bisogno del controllo della testa e di avere la muscolatura della schiena ben sviluppata è semplicemente perché quando vengono portati fronte mondo non ricevono dal supporto alcun tipo di sostegno per la testa. Quando portati in questo modo inoltre la loro testa e la parte superiore del busto non sono sostenuti nemmeno dal corpo del portatore. Devono quindi essere in grado di sostenere queste due parti del corpo facilmente in modo autonomo. E devono poterlo fare in maniera sicura e solida: ricordo che mia figlia è passata attraverso una fase ‘cagnolino che annuisce’ durante la quale poteva tenere su la testa da sola ma sembrava comunque uno di quei cagnolini che si mettevano una volta sui cruscotti delle auto! Non vogliamo cagnolini… ci serve muscolatura solida e sicura 🙂

Capire quando il tuo bambino ‘riempie’ bene il supporto che hai a disposizione dipende molto dalla marca del supporto in questione. Alcuni sono più grandi di altri e quindi il bambino dovrà essere più grande prima di poter utilizzare quel supporto nella posizione fronte mondo rispetto ad altre marche che calzano più piccole. Quando provi un supporto ciò a cui devi fare attenzione è che il bambino non stia troppo allungato, cioè che la schiena non sia troppo dritta e distesa per poter guardare fuori dall’orlo del pannello e anche che la posizione della gambe sia buona, cioè che le gambe non stiano troppo allargate o invece troppo poco supportate (e quindi penzolanti). Quando provi un supporto fai affidamento al tuo istinto: il bambino sembra comodo o piuttosto troppo raddrizzato?

portare fronte mondo
In questa immagine puoi vedere come la posizione fisiologica corretta del bambino cambi durante i primi mesi di vita

Per quanto tempo posso portare il mio bambino fronte mondo? Poco.

Molti produttori suggeriscono un tempo limite per il fronte mondo. Trovo questa cosa molto curiosa, perché ogni bambino è differente e cambia di giorno in giorno! Alcuni giorni i miei bambini erano felici di stare fronte mondo per un’ora, altri si stancavano dopo soli 5-10 minuti. Sempre meglio osservare gli indizi che ci danno i nostri bambini piuttosto che rifarsi a limiti temporali arbitrari.

Arbitrari perchè non si basano (come ad esempio i test per i seggiolini auto) su ricerche scientifiche: sono solo risposte a articoli scritti da compagnie che non producono supporti utilizzabili per portare fronte mondo e sostenevano che fosse ‘pericoloso’. Così le aziende che producono supporti che consentono il fronte mondo hanno replicato suggerendo che fosse sicuro entro un certo limite di tempo, arbitrariamente deciso.

img 20170828 230307 088
In questa immagine puoi vedere come la posizione “ad M” delle gambe sia garantita solo quando porti pancia-a-pancia

 

Confusi? Lo ero anch’io! Allora a quali indizi dobbiamo stare attenti quando vogliamo decidere per quanto tempo portare i nostri bambini fronte mondo? Ai bambini piace stare posizionati fronte mondo quando sono svegli e nel loro stato più attivo e giocoso. Quindi cerchiamo di scegliere momenti di questo tipo e ricordiamoci che le fasi di veglia dei bambini sono diverse ogni giorno dall’altro! Cercheremo allora di girare i nostri bimbi pancia a pancia prima che si stanchino, quando iniziano ad essere meno reattivi, meno giocosi… vogliamo girarli ben prima che siano davvero stanchi. Se fronte mondo il tuo bambino non ha la possibilità di accoccolarsi stretto a te quando una situazione diventa eccessiva per lui, correndo il rischio di venire sovrastimolato e quindi di stancarsi più di quanto opportuno. Il miglior modo per evitare la sovrastimolazione è di girare il bimbo pancia a pancia ai primi segnali di stanchezza. Questo gli da la possibilità di accoccolarsi nel supporto e di processare al meglio la situazione e infine gli consente di fare tutti quegli importantissimi pisolini quando ne hanno più bisogno! Conosciamo tutti la difficoltà di gestione di un bimbo che ha saltato un sonnellino!!!

 

Ha importanza se il mio bimbo si addormenta mentre porto fronte mondo? Si. Purtroppo non c’è supporto per la testa del bambino quando porti fronte mondo e ciò significa che se si addormenta e la testa inizia a penzolare non c’è nulla che le dia sostegno. Se questo dovesse accadere assicuratevi di controllare le vie respiratorie: controllate che la testa non ciondoli oltre l’orlo del marsupio.

In una situazione ideale avrete girato il vostro bambino ben prima che inizi ad addormentarsi, ma i sonnellini imprevisti possono capitare. La cosa migliore sarebbe comunque girare il bambino appena ci si accorge che sta prendendo sonno. Per quanto sia consapevole di quanto sia fastidioso muovere un bambino che sta dormendo, la posizione fronte mondo è pensata esclusivamente per bambini che tengano su bene la testa autonomamente e che siano svegli a sufficienza per poterlo fare.

Ma se mio figlio VUOLE guardare davanti? Ci sono alternative!

“Ma il mio bambino non sembra felice quando lo porto nella fascia: è fastidioso e vuole vedere fuori e solamente portandolo fronte mondo posso farglielo fare.”

Lo capisco perfettamente, la maggior parte dei genitori che vengono da me valutando un supporto per portare fronte mondo sono proprio quelli i cui bimbi non stanno più nella fascia elastica. Le fasce elastiche sono favolose per i neonati, ma quando i bambini entrano nel 4° mese, dormono meno e sono sempre più curiosi, subentra la necessità di passare a supporti diversi. Le fasce elastiche limitano il campo visivo del bambino e danno una sensazione di costrizione. Ad ogni modo non dovete interpretare questo essere restii a stare nella fascia elastica come un desiderio del bambino di essere posizionato fronte mondo. Piuttosto provate ad utilizzare un supporto nel quale la stoffa non passi sopra le spalle del bambino vicino al viso, dandogli la possibilità di girare la testa ai lati senza limitazioni. Questo sarà sufficiente a placare la sensazione di fastidio nello stare in fascia. (prova in questo caso la legatura “croce avvolgente” da realizzare con la tua fascia rigida)

Il fronte mondo non è l’unica alternativa per un bambino curioso. La maggior parte delle fasce e dei supporti offre la possibilità di portare sul fianco o sulla schiena. Da quelle posizioni il piccolo può guardare fuori e avere una vista tanto buona quanto quella che avrebbe con la posizione fronte mondo. Allo stesso tempo, può vedere il viso del genitore per controllare le espressioni facciali (social referencing). Può facilmente accoccolarsi vicino al genitore quando si sente stanco ed eventualmente addormentarsi in modo del tutto naturale, e sarà perfettamente supportato e in una posizione ergonomica. È possibile anche portare un bambino più piccolo sul fianco con una fascia ad anelli o una fascia lunga rigida, se la fascia è indossata correttamente in modo da dare il corretto sostegno al collo. Spesso un muslin arrotolato sotto l’orlo della fascia è perfetto a questo scopo, offrendo supporto dietro al collo del bambino ma lasciandogli comunque la possibilità di muoversi e di essere curioso quanto vuole.

L’alternativa è portare sulla schiena. Una volta che sono alti a sufficienza da vedere oltre le vostre spalle i bambini potranno avere la stessa visuale che avrebbero se portati fronte mondo, ma in modo molto più comodo per il portatore: è molto più facile sostenere pesi sulla schiena che davanti al petto.

Così come per la posizione sul fianco, questa posizione offre al bambino la possibilità di accoccolarsi stretto al genitore e di addormentarsi al bisogno. Questa posizione può essere utilizzata con i marsupi una volta che il bambino è in grado di stare seduto in maniera autonoma o è molto vicino al poterlo fare. Quindi spesso dai 6 o 7 mesi è possibile portare sulla schiena, anche se la maggior parte dei bimbi a quell’età non sono in grado di vedere oltre le spalle del portatore e non amano questa posizione.

Di solito si riesce ad avere la posizione ottimale sulla schiena con un marsupio attorno all’anno di età. Usando una fascia rigida invece, si può dare una buona visuale anche a bimbi più piccoli: la fascia rigida permette al bambino di stare “più alto” sulla schiena.

Consideriamo anche quanto dura la fase del portare fronte mondo. Come abbiamo già detto più sopra, i bambini possono essere portati fronte mondo quando hanno un eccellente sviluppo muscolare di collo e torso superiore. Questa avviene solitamente attorno al 4° mese di vita (anche se può variare dai 3 ai 6 mesi a seconda dello sviluppo unico di ogni bambino). È curioso che la maggior parte dei bambini attorno agli 8-10 mesi si stancano di essere portati fronte mondo. Potrebbero non essere più interessati nemmeno al pancia a pancia, o indifferenti all’uno o all’altro. In questo periodo diventano anche più pesanti e la sensazione di maggior peso del fronte mondo diventa poco sopportabile per chi porta. È in questo momento che i genitori pensano di iniziare a portare sulla schiena. La fase del fronte mondo è quindi piuttosto breve, tipicamente 4 o 5 mesi. Se pensate che la maggior parte dei supporti adatti a portare fronte mondo vengono disegnati per essere utilizzati dalla nascita fino ai 2 o anche 3 anni, la fase del fronte mondo è solo una piccola percentuale rispetto all’intera vita del supporto.

Per concludere vale la pena considerare i costi e il tuo budget. In generale si paga un prezzo superiore per avere l’opzione fronte mondo. Considera quindi attentamente tutte le informazioni che hai trovato in questo articolo e valuta quanto utilizzeresti la posizione fronte mondo e quanto è importante per te. Di che cifre stiamo parlando? Dipende dal supporto ma ad esempio il nuovo Ergo Omni costa 190 Euro (in confronto ai 140 dell’Ergo Adapt che, simile in ogni altro aspetto, non offre il fronte mondo. In questo caso l’opzione fronte mondo costa 50 Euro). La maggior parte dei marsupi con l’opzione fronte mondo costa attorno ai 200 Euro. Mentre altri supporti senza questa funzione (ma che offrono tutte le altre posizioni e un sacco di altri optional) costano attorno ai 120/140 Euro. Ci sono un paio di eccezioni ma sono più piccoli e non consentono quindi l’utilizzo a lungo come gli altri più costosi. Decidere se ne vale la pena o meno è una questione prettamente soggettiva e dipende anche dalle preferenze tue e del tuo bambino. Può aiutarti in questo caso noleggiare un supporto per un paio di settimane e provarlo nella tua quotidianità. Alcuni genitori provando la posizione fronte mondo capiranno che fa per loro e saranno felici di spendere quell’extra per averla. Altri si accorgeranno che non fa per loro e potranno risparmiare un po’.

Articolo tradotto e adatto. Se vuoi leggere l’originale leggi qui

Azzurra Miotto
Autore

Sono insegnante di canto e dopo la nascita di Amalia mi sono avvicinata al mondo del portare. Sono istruttrice certificata Trageschule/UK e ho fondato La fascioteca della Chiocciola e Wrap a Hug.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.