Un genitore è chiamato a compiere molte scelte per i propri figli e la domanda di fronte ad ognuna di esse è sempre la stessa: “Sto facendo la cosa giusta?”

E i pannolini lavabili non sono da meno. In questo articolo ti spieghiamo perché è una scelta che può essere molto positiva per te, per tuo figlio e per il suo futuro. In dieci minuti ti daremo le basi per compiere i primi passi su questa coloratissima via. E per ogni ulteriore dubbio siamo sempre a tua disposizione qui.

1. I pannolini lavabili sono meno costosi di quelli usa e gettapannolini lavabili charlie banana mod

Il mondo dei pannolini lavabili è molto vario sia per quanto riguarda i modelli che per le marche disponibili. Il nostro consiglio è di scegliere sempre pannolini lavabili di qualità i cui marchi garantiscano l’affidabilità dei materiali utilizzati ed il rispetto dei lavoratori che li producono. Anche se spenderai qualche euro in più per queste garanzie il risparmio è comunque assicurato: per ogni bambino che utilizza pannolini usa e getta la spesa totale media è di circa 1800€.  Con un terzo della spesa potrete acquistare un intero kit di pannolini lavabili taglia unica che potranno servire al meglio il vostro bambino dalla nascita allo spannolinamento ed eventualmente anche altri due fratellini. Anche il mercato dell’usato è molto attivo nel caso non desideri utilizzarli su altri bambini. In virtù del fatto che le famiglie che utilizzano i pannolini lavabili producono molti meno rifiuti tanti comuni in tutta Italia hanno stanziato dei contributi economici per favorire l’acquisto dei pannolini lavabili: contatta l’ufficio ambiente del tuo Comune per sapere se sono attive delle iniziative a riguardo e come beneficiarne.

2. I pannolini lavabili fanno bene all’ambiente

In media ogni bambino utilizza 6000 pannolini usa e getta dalla nascita al vasino pari ad una tonnellata di rifiuti non riciclabili che costituiscono circa il 20% dei rifiuti presenti nelle nostre discariche. Lì rimangono per almeno 500 anni prima di decomporsi completamente. Questo significa che quei pannolini non solo inquineranno il nostro mondo e quello dei nostri figli ma anche quello dei nostri nipoti e dei nipoti dei nostri figli. Inoltre il processo di produzione porta ad un elevato dispendio di materie prime, consumo energetico ed inquinamento.

CURIOSITA’: Lo sai che il primo pannolino monouso prodotto deve ancora decomporsi? Inventato nel 1961 da Victor Mills, dovrà attendere altri 450 anni per scomparire dal pianeta terra…

Se si utilizzano i pannolini lavabili ogni bambino ne dovrà avere a disposizione solo 20-25 in tutto ognuno dei quali verrà riutilizzato centinaia di volte prima di deteriorarsi e dover essere smaltito. Il dispendio di materie prime è dunque sensibilmente ridotto così come l’inquinamento in fase di produzione e di smaltimento. Ogni pannolino lavabile di qualità può essere utilizzato da 3 bambini prima di deteriorarsi quindi 20-25 pannolini compiono il lavoro di 18.000 usa e getta! Un grandissimo risparmio per la natura. Un grandissimo regalo per il futuro dei nostri figli, nipoti, pronipoti…

3. I pannolini lavabili tutelano la salute di tuo figlio

Sempre più genitori si preoccupano per le sostanze chimiche potenzialmente dannose presenti nei pannolini usa epannolino lavabile charlie banana rosa 290x220 getta messe a contatto 24 ore su 24 per circa tre anni con la pelle dei nostri bambini. La composizione chimica esatta dei pannolini usa e getta è un grande mistero poiché è l’unico capo di abbigliamento che non ha l’obbligo di riportare la lista dei componenti e quindi la scelta fra una marca e l’altra è più spesso dettata da ciò che ci fanno credere gli spot televisivi rispetto a una scelta ponderata data da un reale confronto dei materiali (Vuoi saperne di più? scopri cosa c’è dentro ai pannolini usa e getta)

I pannolini lavabili non contengono al loro interno composti chimici, funghicidi, profumanti. Sono traspiranti e non disidratano la pelle evitando la ben nota dermatite da pannolino. Si noti bene che la dermatite da pannolino è infatti provocata dall’eccessiva disidratazione della pelle causata dai gel super assorbenti presenti nei pannolini usa e getta e non dal bagnato! Alla dermatite si pone infatti rimedio con paste dalla composizione altamente grassa che vanno a nutrire nuovamente la pelle e a creare uno strato protettivo dalle sostanze che porterebbero ad una sua nuova disidratazione.

4. Esiste un pannolino lavabile per ogni bambino e per ogni famiglia

Se è vero che all’inizio destreggiarsi fra tante tipologie e modelli può generare un po’ di confusione, è anche vero che questa varietà permette di trovare il pannolino più adatto a te, al tuo bambino, al tuo budget e al tuo stile di vita.

L’uso dei pannolini lavabili si sta diffondendo e sarà sempre più facile trovare un amico o una mamma che possa darti un consiglio in merito. In molte città stanno aprendo anche le pannolinoteche in cui è possibile ricevere tutte le informazioni sui pannolini lavabili e noleggiare kit misti da provare prima di procedere all’acquisto. Anche noi di Ecobaby siamo a tua disposizione via email, al telefono, in live chat e persino in videochat Skype. Se hai bisogno di un aiuto contattaci!

Intanto ecco un’infarinatura sulle varie tipologie di pannolini lavabili e sui materiali utilizzati:

Prefold

sweetpeaprefoldspicCome sono fatti: sono rettangoli di cotone che si ripiegano e fissano con uno speciale fermaglio. All’esterno va usata una mutandina impermeabile

Vantaggi principali: basso costo, adatti a tutte le età, semplici da lavare e asciugare.

Svantaggi: richiedono una cover impermeabile da indossare sopra, non esiste un modello taglia unica, bisogna imparare a piegarli nella maniera corretta, necessitano di un gancetto per chiusura (spilla da balia o snappy).

pannolini lavabili Rumparooz Snap PreppyPocket

Come sono fatti: sono dei pannolini molto simili agli usa e getta, hanno una tasca interna dove vengono inseriti gli inserti assorbenti e una mutandina impermeabile esterna

Vantaggi principali: la tasca mantiene il bambino asciutto, l’assorbenza è regolabile attraverso la scelta del numero e della tipologia degli inserti, esistono molte marche fra cui scegliere a diverso prezzo e con diverse caratteristiche, disponibilità di modelli taglia unica, la tasca permette di autoprodurre gli inserti da vecchi asciugamani, lenzuola di flanella, prefold.

Svantaggi: prima dell’uso vanno preparati inserendo gli assorbenti nella tasca, prima di mettere il pannolino a lavare l’inserto va sfilato dalla tasca.

 

All In One (o pannolini tutto in uno)onederful

Come sono fatti: La mutandina esterna e gli inserti assorbenti sono attaccati

Vantaggi: sempre pronti all’uso non richiedono operazioni preliminari al lavaggio o prima di essere indossati, disponibilità di varie tipologie con inserti in fibre naturali o sintetiche, disponibilità di modelli taglia unica, meno ingombranti degli altri modelli.

Svantaggi: più costosi degli altri modelli, asciugatura molto lenta, difficili da utilizzare senza asciugatrice se non se ne ha un gran numero a disposizione, assorbenza predefinita e non modificabile.

 

All in Two (Tutto in due o AI2)

Come sono fatti: hanno una mutandina esterna alla quale vengono attaccati degli inserti tramite dei bottoncini

Vantaggi: possibilità di cambiare la tipologia di inserto, disponibilità di taglia unica, possibilità di riutilizzare la cover per più di un cambio.

Svantaggi: costo medio alto, la cover raramente resta pulita e può essere riutilizzata specialmente nel primo anno di vita. (Leggi il nostro approfondimento)

 

5. Di cosa sono fatti i pannolini lavabili?

Tessuti impermeabili

Sono due i tessuti impermeabili principali utilizzati per la fabbricazione della parte esterna dei pannolini lavabili e delle cover:

    • PUL o Poliuretano Laminato: è un tessuto a cui viene applicata da un lato una pellicola impermeabile. La caratteristica principale di questo tessuto è essere contemporaneamente traspirante e impermeabile.

 

  • TPU o Uretano Termoplastico: ha le stesse caratteristiche del PUL ma il tessuto e la laminatura impermeabile vengono saldati assieme senza l’utilizzo di solventi ma attraverso un procedimento che utilizza solamente il calore.

Tessuti sintetici

I principali tessuti sintetici utilizzati nella produzione dei pannolini lavabili sono la microfibra, il micropile, il minky, il suede e il coolmax. Microfibra e minky sono tessuti assorbenti realizzati per la fabbricazione degli inserti. Micropile, Suede e Coolmax sono invece i cosiddetti tessuti “Stay Dry” utilizzati per separare la pelle del bambino dal bagnato mantenedola asciutta.

Vantaggi principali: basso costo, durevoli, facili da asciugare e da smacchiare.

Svantaggi: possono generare cattivi odori se non lavati correttamente, possono perdere assorbenza dopo molti lavaggi.

Tessuti in fibra naturale

I principali tessuti in fibra naturale sono il cotone, il lino e la canapa.

Vantaggi principali: hanno un naturale potere antibatterico, difficilmente causano cattivi odori, alto potere assorbente che aumenta con i lavaggi.

Svantaggi: richiede almeno una decina di lavaggi prima di raggiungere il massimo del loro potere assorbente, più difficile da smacchiare, asciugatura molto lenta, provocano una sensazione di bagnato a contatto con la pelle che alcun bambini non tollerano.

Per un approfondimento sui materiali dei pannolini lavabili leggi il nostro articolo dedicato!

 

Anche il bambù viene inserito fra i tessuti in fibra naturale ma va fatta una precisazione: i tessuti in bamboo hanno origine da una materia prima naturale ma il materiale legnoso dele canne di bambù  viene reso una fibra tessile attraverso un procedimento chimico molto inquinante che lascia residui anche nelle fibre del tessuto e fa perdere le caratteristiche intrinseche dei tessuti naturali in primis il potere antibatterico. Il tessuto che si ottiene è un tessuto a tutti gli effetti sintetico che ha il nome di Rayon. Per questo motivo Ecobaby ha deciso di non avere prodotti fabbricati in Bambù / Rayon all’interno del suo catalogo.

 

6. Pannolini lavabili significa lavatrici ma non ogni giorno!come si lava la fascia porta bebe

Spesso chi ha deciso di non utilizzare i pannolini lavabili riporta come motivazione principale il fatto che siano troppo faticosi da utilizzare e che serva troppo tempo per gestirli. Se però parli con genitori che realmente li utilizzano tutta questa fatica non verrà mai nominata perché le azioni da compiere sono identiche solo fatte in maniera diversa: invece di gettare il pannolino sporco nel bidone delle immondizie lo metterai in un bidoncino o in una sacca, invece di portare il sacco della spazzatura nel grande bidone in strada svuoterai la sacca in lavatrice. La lavatrice non va quindi fatta ad ogni cambio oppure ogni giorno: puoi lavare i pannolini lavabili anche ogni due giorni (quindi se ad esempio inizi ad utilizzare i pannolini il lunedì mattina dovrai fare la lavatrice entro il mercoledì sera) per un totale di un paio di lavatrici in più a settimana. L’unica azione realmente diversa che è richiesta dai pannolini lavabili è l’asciugatura. Il gruppo dei “Pediatri per un Mondo Possibile” ha stimato un impegno di 60 minuti in più a settimana pari a circa 8 minuti al giorno. 8 minuti che regalano salute e tutela per il futuro del nostro bambino. Noi diciamo che ne vale la pena, e tu? 🙂

 

7. I pannolini lavabili non sono una setta senza uscita 😉

Scegliere di utilizzare i pannolini lavabili non significa dover giurare di non utilizzare mai più e in nessuna circostanza i pannolini usa e getta. Ogni famiglia deve trovare l’equilibrio che fa per sé: c’è chi li utilizza solo a casa, chi solo di giorno, chi utilizza solo lavabili, chi li alterna con i pannolini compostabili, chi segue la filosofia dell’EC (Elimination Comunication, ovvero insegnare ai bambini l’uso del vasino fin dalla nascita) alternata ai lavabili. Ogni scelta va rispettata ed anche se in percentuale inferiore l’utilizzo misto di pannolini lavabili e usa e getta porterà tutti i vantaggi di salute, ecologia e risparmio di cui abbiamo parlato fino ad ora. Si può magari optare per la scelta di pannolini usa e getta eco-compatibili per un minore impatto ambientale e per una maggiore tutela della salute di nostro figlio.

 

8. I pannolini lavabili sono bellissimi!

Nemmeno i genitori più scettici sull’uso dei lavabili potranno contraddire una cosa: sono bellissimi! 🙂 un vero capo di abbigliamento che soprattutto d’estate permette di rendere in nostri bimbi ancora più belli!

pannolini lavabili rumparooz 0W7A0176

 SCARICA LA GUIDA GRATUITA

Sara Mandalà
Autore

Sono mamma di Mattia ed Emanuele e co-proprietaria di Ecobaby. Sono stati i miei figli a condurmi con le loro manine in questo mondo di salute e colore. E ora sono io a cercare di aiutare altri genitori come me a muovere i primi passi nell'universo lavabile.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.