Come si lavano i pannolini lavabili? È questa una delle prime domande che le neo mamme ed i neo papà fanno quando si avvicinano a questo mondo. Dai primi lavaggi alla cura abituale, ecco la guida che ti spiega come lavare i pannolini lavabili.

Lavaggi preliminari: lo stripping

“Chi ben comincia è a metà dell’opera”, dice il proverbio. E i pannolini lavabili non fanno eccezione. Lo stripping (è questo il nome del primo ciclo di tre lavaggi), rimuove dai pannolini e dagli inserti i residui delle lavorazioni industriali. Ma non solo: permette agli inserti di arrivare alla loro massima assorbenza.  Gli assorbenti nuovi infatti hanno bisogno di diversi lavaggi prima di raggiungere il loro completo potere assorbente e lo stripping velocizza questo risultato.

Ma come si eseguono questi primi lavaggi? Noi di Ecobaby ti consigliamo di lavare separatamente i pannolini rossi e blu almeno durante il primo lavaggio: si tratta di una precauzione in più, anche se non abbiamo mai verificato casi di colori mischiati. Il primo lavaggio si effettua mettendo in lavatrice pannolini e inserti, pochissimo detersivo ecologico o specifico per pannolini lavabili (un cucchiaio da minestra circa) e avviando un ciclo di lavaggio a 60°. Successivamente, senza asciugare i pannolini e gli inserti fra un’operazione e l’altra, avvia altri due lavaggi completi, sempre a 60° ma senza detersivo.

Questa operazione la puoi ripetere anche ogni qualvolta tu noti un’assorbenza ridotta. Se è vero che i pannolini si possono lavare anche a temperature più basse (noi consigliamo comunque di non scendere mai sotto i 40°), uno stripping ogni tanto a 60° riesce a ripristinare l’assorbenza massima dei tuoi inserti eliminando residui di detersivo o di creme che diminuiscono le porosità dei tessuti e l’assorbenza.

 

lavatriceCura abituale

Hai organizzato il fasciatoio seguendo i nostri consigli, ora c’è il tuo bimbo sopra e necessita di essere cambiato. Niente panico, continua a leggere e vedrai che il lavaggio del pannolino è semplicissimo.

Se il tuo bimbo ha fatto la pupù e hai usato un velo biodegradabile, gettalo nel residuo secco. Se invece hai scelto un velo cattura pupù in pile, sciacqualo velocemente sotto l’acqua e stoccalo poi con il pannolino che stai cambiando. Se invece non hai usato veli, rimuovi le feci più “voluminose” e sciacqua poi il pannolino sotto acqua corrente fredda. Separa poi gli inserti dal pannolino e metti tutto dentro la tua wet bag o dentro un bidoncino con coperchio.

I pannolini vanno lavati al massimo ogni due giorni. Ti consigliamo un risciacquo preliminare, direttamente in lavatrice, per eliminare la maggior parte della pipì.

Lava poi tutto a 60°: alcune marche di pannolini riportano una temperatura consigliata più bassa (40°) ma abbiamo lungamente testato le nostre marche e il lavaggio a 60° è quello che consigliamo. Scegli un ciclo lungo, i pannolini necessitano di molta acqua per lavarsi efficacemente. Puoi utilizzare un detersivo ecologico in polvere oppure uno specifico per pannolini lavabili. Se usi un detersivo da supermercato ricordati di effettuare anche un risciacquo extra finale, per eliminare qualsiasi traccia di detergente.

Puoi aggiungere qualche goccia di tea tree oil per una ulteriore profumazione e per un naturale effetto antibatterico. Come ammorbidente suggeriamo di usare una soluzione al 20% di acqua e acido citrico. In alternativa puoi utilizzare anche del comune aceto bianco che però a lungo andare potrebbe danneggiare le tubature della tua lavatrice risultando anche maggiormente inquinante per i residui ferrosi che porta con se nelle acque. Sconsigliamo invece totalmente l’uso di aceto di mele o altri aceti non trasparenti poiché possono causare macchio o scurimento dei tessuti.

Candeggina, sbiancanti e ammorbidenti sono nemici dei pannolini lavabili e ne pregiudicano l’utilizzo. Questo perché i pannolini lavabili e i loro inserti sono fatti di materiali estremamente assorbenti, con fibre che trattengono moltissimo i liquidi. I detergenti rischiano di “riempire” le fibre, cerando i materiali e compromettendo l’assorbenza. Non solo: trattandosi di prodotti chimici, possono creare reazioni e intolleranze.

Il segreto per avere pannolini sempre perfetti, più che nel lavaggio, sta nel risciacquo: i pannolini lavabili necessitano di tanti, tanti risciacqui, per eliminare ogni possibile residuo al loro interno. Ti sveliamo anche un altro segreto: i cattivi odori che si possono verificare non dipendono dal mancato utilizzo di detersivi profumati, ma da un risciacquo poco efficace.

 

Asciugaturapannolini lavabili

La centrifuga a 1000 giri, non è controindicata per i pannolini, anzi, permette di accorciare notevolmente i tempi di asciugatura. Quando possibile ti consigliamo di stendere i pannolini lavabili in pieno sole. Questo perché il sole, grazie ad una reazione fotochimica, ha un potere smacchiante naturale senza pari, e sbianca perfettamente inserti e pannolini. E l’asciugatrice? Puoi asciugare inserti e pannolini pocket con il programma “sintetici”. Tuttavia ti invitiamo a fare, quando possibile, uno sforzo in più e sfruttare il sole: te ne saranno grati sia i pannolini che l’ambiente :). Se vuoi scoprire quali pannolini sono idonei per l’asciugatrice, leggi questo nostro articolo

Un piccolo trucco: al momento dell’acquisto dei pannolini lavabili, valuta le tue “possibilità di asciugatura”. Esistono materiali come la microfibra che asciugano molto in fretta e altri materiali come la canapa che impiegano più tempo. Inoltre potresti risparmiare acquistando un numero minore di pannolini “completi” e comprando a parte altri inserti: la mutandina esterna dei pocket, composta da PUL e micro-pile, esce dalla lavatrice praticamente asciutta e può essere riutilizzata molto più in fretta degli inserti assorbenti. Ricorda inoltre che puoi farti aiutare dai termosifoni ad asciugare gli inserti, mentre è sconsigliato mettere a contatto le mutandine impermeabili in PUL con le fonti di calore dirette.

E se dovessero macchiarsi?

Capita di leggere forum e gruppi Facebook in cui viene consigliato l’utilizzo di additivi. Noi sconsigliamo l’uso di percarbonato in quanto non necessario né  per igienizzare né per smacchiare i nostri pannolini pocket. Anzi: alla lunga il percarbonato può scolorire i pannolini e consumare letteralmente il micropile. In caso di macchie puoi pretrattare il pannolino frizionandolo con una spazzola da bucato e poco sapone di Marsiglia, sciacquando poi accuratamente il tutto poiché il sapone tende a cerare le fibre. Se dovesse rimanere qualche alone non ti spaventare: il pannolino è comunque lavato ed igienizzato e con i successivi lavaggi e l’esposizione al sole sparirà facendo tornare il tuo pannolino candido come nuovo!

SCARICA LE ISTRUZIONI DI LAVAGGIO

Ti ricordiamo che se hai dei dubbi o se qualcosa non ti è chiaro, puoi fare qualunque domanda qui nei commenti o puoi contattarci direttamente, sarà un piacere aiutarti!

Sara Mandalà
Autore

Sono mamma di Mattia ed Emanuele e co-proprietaria di Ecobaby. Sono stati i miei figli a condurmi con le loro manine in questo mondo di salute e colore. E ora sono io a cercare di aiutare altri genitori come me a muovere i primi passi nell'universo lavabile.

12 Commenti

  1. Avatar

    Complimenti per l’articolo! Sto utilizzando i pannolini lavabili per il mio bimbo e mi è stato utilissimo. Dopo aver sentito parlare dei saponi alla bile per il lavaggio, ne ho trovato uno completamente naturale con cui mi trovo molto bene. Si chiama Smacchiabile ma ancora si riesce a trovare solo on line ordinando sul loro sito.

  2. Avatar
    Chiara Colautti Rispondi

    Ciao! Sono una mamma che giusto in questi giorni sta cominciando ad usare i lavabili.

    Non mi è ancora chiaro però se devo separare gli inserti e le mutandine e per quest’ultime fare un lavaggio di sintetici o se si possono lavare tutti insieme quindi inserti e mutandine impermeabili nello stesso lavaggio del cotone? Temo di rovinarli!

    Grazie!

    • Avatar

      Ciao Chiara 🙂
      nei pannolini lavabili pocket è necessario separare gli inserti dalla mutandina esterna, per favorirne il lavaggio, ma non è necessario lavare con cicli differenti pannolini e inserti. Se hai acquistato pannolini lavabili di qualità (charlie Banana, rumparooz, bumgenius solo per citarne alcuni) non hai da temere sulla durata, anche con lavaggi a 60°C e centrifughe a 1000 giri 🙂

  3. Pingback: Pannolino per piscina e per il mare: lavabile è meglio! - Ecobabyblog

  4. Avatar

    Buongiorno…ho acquistato elemental Joy e bumgenius da voi e ho anche dei blumchen. Io li sciacquo subito e poi li lavo entro 2 giorni con lavaggio cotone con detersivo ecobio+extra risciacquo. Ma per le macchie di pupù più ostinate posso pretrattare con un po’ di bicarbonato al momento in cui li sciacquo appena tolti? O è meglio il sapone di Marsiglia? Perché ho letto spesso che il Marsiglia può cerare i pannolini. Grazie mille.

    • Avatar

      I materiali dei pannolini lavabili sono pensati per evitare le macchie. Eventuali aloni dopo il lavaggio non rappresentano un rischio per l’igiene del bambino ma sono un fattore puramente estetico. Il lavaggio a 60° è igienizzante e sicuro. Esistono dei metodi per eliminare eventuali macchie:

      ? stendi il pannolino o l’inserto con il lato macchiato direttamente sotto il sole. Il sole, grazie ad una reazione fotochimica, è fra i migliori smacchianti.

      ? quando il sole non c’è puoi diluire del succo di limone con un po’ di acqua, mettere il tutto in uno spruzzino e trattare la macchia. Lascia agire almeno un paio d’ore o fino ad asciugatura e poi procedi ad un nuovo lavaggi

      ? puoi provare con un sapone smacchiante naturale come questo https://ecobaby.it/shop/ox-gall-soap-sapone-smacchiante-di-bile-disana

      Il bicarbonato non è efficace sulle macchie e il sapone di Marsiglia si può utilizzare ma prestando attenzione a non esagerare. Prendine una piccola quantità con una spugnetta a setole morbide e spazzola la macchia.

  5. Pingback: Dove trovare i pannolini Bambino mio in Italia? Da Ecobaby! - EcoBaby Blog

  6. Avatar
    Sanna Raffaele Rispondi

    Grazie mille per il vostro articolo.
    Alcuni pannolini con l’interno in pile sono macchiati di un alone grigiastro e non so se sia dovuto al fatto che sia finito qualcosa di scuro nella lavatrice o all’utilizzo di alcune pomate all’ossido di zinco. Avete qualche consiglio per rimuovere queste macchie?

    • Avatar

      Ciao Raffaele,
      solitamente gli aloni dei pannolini lavabili non pregiudicano l’igiene ma sono solamente un fattore estetico. Detto questo, lo sbiancante più efficace rimane sempre il sole, approfitta di questa fine estate per stendere direttamente al sole le parti macchiate. Anche l’uso occasionale del percarbonato può favorire la rimozione delle macchie. Ti consiglio di fare attenzione alle creme all’ossido di zinco che rischiano seriamente di compromettere i tuoi pannolini lavabili. In alternativa puoi usare il Balsamo Ecobaby che è compatibile con i lavabili https://ecobaby.it/shop/balsamo-cambio-compatibile-pannolini-lavabili

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.