I pannolini lavabili sono semplici da usare? Certo, e sono alla portata di tutti. Ok, orientarsi fra i vari modelli e marchi all’inizio può non essere facile. Ci sono moltissimi termini nuovi che possono creare confusione, ma una volta “capiti” i pannolini lavabili rappresentano una scelta praticabile, che si inserisce nella nostra routine quotidiana senza stravolgerla.

Come dicevamo esistono però vari tipi di pannolino lavabile, in questo articolo analizzeremo le varie tipologie stilando una classifica dei vari modelli, dal più facile al più difficile. Il metro di paragone è il pannolino usa e getta. Questi ultimi contengono sostanze chimiche, sono costosi e poco salutari, tuttavia questi difetti vengono spesso tollerati in nome della loro praticità. Allora vediamo, al loro confronto, quali sono i pannolini più facili da usare

La classifica: il podio

Al primo posto di questa speciale classifica troviamo gli All in one (o tutto in  uno). Sono i pannolini lavabili più simili ad un usa e getta. Composti da un unico “pezzo”, vanno

semplicemente fatti indossare. Il loro punto di forza è anche il loro limite: l’assorbenza è scarsamente regolabile e potrebbero non essere utilizzabili per bambini che fanno molta pipì o durante le ore notturne. Un punto a loro favore è invece lo spessore: sono molto sottili, specialmente i modelli con inserto in cotone come i Bumgenius Elemental, del tutto paragonabili da questo punto di vista a un pannolino usa e getta.

51YuJ19NwkL. SL1050  300x221
Gli All in One sono i pannolini più simili ad un usa e getta come semplicità di utilizzo

Al secondo posto troviamo il modello pocket, sicuramente il pannolino lavabile più utilizzato. Composto da una mutandina impermeabile con una tasca interna, richiede l’inserimento in questa tasca di uno o più inserti assorbenti. Rispetto ad un All in one richiedono una piccola operazione preliminare, ovvero l’inserimento degli inserti prima di essere utilizzati. La loro versatilità (assorbenza regolabile e facilità di asciugatura in primis) li rende fra i pannolini di maggior successo, senza controindicazioni di rilievo.

BG5.0 Albert 300x300
I pocket sono forse il miglior compromesso fra praticità e velocità.

Il fitted è un pannolino che come i precedenti due ha la stessa forma di un pannolino usa e getta me è interamente costituito di fibra assorbente naturale (come nel caso dei fitted in cotone o in canapa) o sintetica (come nel caso dei fitted in Rayon, la fibra sintetica che ha come materia prima il bambù). Tuttavia richiede una cover per prevenire le fuoriuscite di pipì. È un tipo di pannolino “speciale”, che consigliamo solitamente per le ore notturne nel caso di bambini con pipì molto… importanti! Far indossare il fitted e poi la cover, con relative chiusure, rende il cambio un pochino più lungo.

Giù dal podio… ma non impossibili!

Arriviamo ora ai pannolini con passaggi in più rispetto ad un usa e getta. Parliamo degli All in two (AI2 o tutto in due): attraverso dei bottoncini, gli inserti di questa tipologia vengono fissati al guscio impermeabile. Per la nostra esperienza, i vantaggi promessi dai produttori non sono tali da coprire i difetti di questa tipologia per cui abbiamo deciso di non offrirli nel nostro shop. Parlando esclusivamente di praticità, questi pannolini si pongono sotto i pocket, richiedendo una certa attenzione nella preparazione prima del cambio. E se si usano assieme AI2 di diverse marche, riassemblarli dopo una lavatrice richiede tempo e… pazienza! Non è detto infatti che marchi diversi abbiano bottoni compatibili.  Nulla di trascendentale, sia chiaro, però questo basta ad essere ai piedi del podio 🙂

Fin qui abbiamo parlato dei pannolini lavabili più moderni, ma niente vieta (anzi!) di affidarsi ai pannolini delle nostre nonne. Economici e naturali, sono solitamente composti da riquadri di stoffa, sagomati o meno, da ripiegare alcune volte e fissare attraverso laccetti o appositi fermagli. I loro nomi? Prefold, muslin, ciripà. Occorre una certa manualità per utilizzare questi modelli e non sempre nonni e babysitter hanno la voglia di imparare. Il compito è più semplice con bambini di pochi mesi, sicuramente più fermi e collaborativi. Sono i modelli più distanti dagli usa e getta come praticità ma il loro costo contenuto e la semplicità di lavaggio e asciugatura li rendono comunque un modello da prendere in considerazione.

E quindi, quali scelgo?

Se la tua preoccupazione è la semplicità, valuta di provare All in One e soprattutto Pocket. Ma se c’è una cosa che insegnano i pannolini lavabili, è capire che è importante riappropriarsi del tempo per tuo figlio. Il cambio pannolino occupa solo pochi minuti al giorno e qualche minuto in più con tipologie di pannolino che si discostano dal cambio “usa e getta” non rappresenteranno poi una grande differenza nella tua routine quotidiana. Avrai invece la possibilità di entrare in relazione con tuo figlio anche durante il cambio, capire quali sono i suoi ritmi e la sua crescita anche da quel punto di vista. Qualunque sia la tua scelta l’uso dei panolini lavabili è perfettamente compatibile con la vita di tutti, di chi è a casa come di chi lavora o di chi pensa che per forza usa e getta sia sinonimo di praticità. E se ancora non ci credi leggi l’intervista alla mamma “lavabile” Irene, siamo sicuri che cambierai idea 🙂

Autore

Sono l'orgoglioso papà di Mattia ed Emanuele e il felice marito di Sara. Sono anche il co-proprietario di Ecobaby. Amo la mia famiglia e il mio lavoro. Che altro potrei desiderare di più?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.